Illuminismo

DEFINIZIONE: L'Illuminismo è un movimento culturale che nacque e si sviluppò in Francia introno alla metà del XVIII secolo.
Il termine deriva da "Lumi" della Ragione, essi scacciano le tenebre del pregiudizio e dell'errore, della violenza e della superstizione per condurre l'uomo alla Verità. La regione ha, quindi, innanzitutto un valore critico: filosofie, dogmi, religioni, tradizioni, istituzioni politiche devono essere sottoposti al giudizio della ragione che può respingerli o accettarli. Inoltre l'uso della ragiona ha un significato normativo, cioè solo alla ragione può essere affidato il compito e il diritto di elaborare le leggi e tutti i criteri che devono indirizzare la vita degli uomini.

PAROLE CHIAVE DEFINIZIONE CONSEGUENZE POLITICHE
laicismo eventuale adesione ad una fede ma non ad una Chiesa che si impone come centro di potere e rifiuto dell'ingerenza della Chiesa in ambito politico portò alla denuncia di tutte le guerre combattute in nome della religione e all'affermazione del diritto alla professione di qualsiasi fede in base al principio della tolleranza
felicità attraverso il progresso si afferma il diritto di ogni uomo, che fino ad allora aveva passato la propria vita lavorando, alla felicità; "la massima felicità divisa nel maggior numero" portò alla critica dell'Ancien Regime e al cambiamento del ruolo dell'intellettuale che da allora dovette indicare ai governanti la via del buon governo
libertà eguaglianza diritti naturali che devono essere garantiti all'uomo dallo Stato fecero sì che il diritto a governare non derivasse più da Dio ma dal consenso attribuito dai cittadini ad un governo e conseguentemente affermò il diritto di ribellione
sapere elemento necessario per garantire il progresso della società le conoscenze scientifiche derivano dalla pratica e dall'esperienza, pertanto la scienza diventa indipendente dalla fede; abolizione della censura; fondazione dell'Enciclopedie di Diderot e D'Alambert; fondazione di giornali con caratteristiche di varietà, pluralità, imprenditorialità

Queste idee furono alla base dei tre principali pensatori del tempo che le svilupparono in modi molto diversi:

Voltaire.png

VOLTAIRE

  • promosse una monarchia assoluta illuminata che garantisse un governo forte capace di distruggere i privilegi di nobiltà e clero ma allo stesso tempo tenesse fede ai principi dell'Illuminismo;
  • attaccò la censura e l'intolleranza religiosa
  • fu più volte incarcerato
montesquieu.gif

MONTESQUIEU

  • scrisse Lo spirito delle leggi in cui classificò i regimi politici (repubblica mossa dalla virtù; monarchia mossa dall'onore; dispotismo mosso dalla paura)
  • promosse una monarchia di tipo parlamentare e costituzionale
  • teorizzò la separazione dei poteri
Rousseau%206%281%29.jpg

ROUSSEAU

  • denunciava la disparità tra le diverse classi sociali
  • pensava che la felicità che si riscontrava nello stato di natura fosse stata distrutta dalla proprietà privata
  • propose la firma di un contratto sociale in cui il singolo cittadino rinunciava ai propri piccoli privilegi in nome del bene comune
  • promosse una democrazia diretta
beccaria.jpg

Un importante illuminista italiano fu Cesare Beccaria.
Egli scrisse il famoso saggio Dei delitti e delle pene in cui il giurista milanese si pronunciò contro la tortura e la pena di morte, denunciando per la prima volta i supplizi che venivano regolarmente utilizzati negli interrogatori che non solo non erano degni dell'uomo, ma neanche dissuadeva i criminali dal compiere i loro delitti.

I SOVRANI E LE RIFORME ILLUMINISTE
PRUSSIA: Federico II di Prussia abolì la tortura e limitò la pena di morte
IMPERO RUSSO: zarina Caterina di Russia iniziò a svecchiare i rapporti feudali
IMPERO D'AUSTRIA: Maria Teresa d'Austria istituì il catasto per la riscossione delle tasse (anche Mantova in quanto soggetta al potere austriaco è dotata del catasto teresiano); cercò di applicare la teoria della separazione dei poteri; abolì l'Inquisizione; istituì l'istruzione pubblica
GRAN DUCATO DI TOSCANA: Pietro Leopoldo progettò una monarchia costituzionale su modello inglese che non venne realizzata perché il granduca venne eletto imperatore.

MARIA TERESA D'AUSTRIA e il CATASTO

quadro-mariateresa.jpg
breda%20cisoni.jpg catasto%20Lombardo%20Veneto%2C%20Mappa%20del%20comune%20di%20Bg%20anno%201853%20%28A.S.%20Bg%2C%20cart.%2028%29.jpg teresiano.jpg